Venerdì 12 sciopero e assedio dei Cobas al Ministero

Sciopero e "assedio" al ministero dell'Istruzione, il prossimo venerdi' per i Cobas della scuola che partiranno, a Roma, da piazza della Repubblica con il loro corteo nazionale perche' "il governo- spiega il portavoce Piero Bernocchi- sta imponendo, nella massima confusione e arbitrio, la distruttiva riforma delle superiori, che, come gia' per la maestra unica e il depotenziamento del tempo pieno alle elementari, non e' fondata su alcun progetto didattico, ma solo su brutali volonta' di risparmio". Dopo che "le casse statali sono state saccheggiate da banchieri, finanzieri e industriali per il salvataggio di imprese decotte o truffaldine, e mentre una catena di scandali rivela cifre enormi sottratte ai beni comuni da potenti mafie, clientele e gruppi ben introdotti nella macchina statale, in nome del dio risparmio si cancellano scuole (o le si accorpano in modo folle), indirizzi didattici e materie importanti di studio- commenta Bernocchi- La continua riduzione dei finanziamenti alle scuole ne sta minando drammaticamente il funzionamento. Contro questa progressiva distruzione della scuola, proteste e mobilitazioni si vanno intensificando e culmineranno il 12 marzo nello sciopero generale della scuola convocato dai Cobas e in una grande manifestazione nazionale".