Vitalizio: pubblicato il decreto con i criteri e le modalità per la concessione

Pubblicato nella GU n. 81 dell’8 aprile 2010 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 febbraio 2010 sulla determinazione dei criteri e delle modalità per la concessione dei benefici economici previsti dalla legge n. 440/1985 concernente l'istituzione di un assegno vitalizio a favore di cittadini italiani che abbiano illustrato la Patria attraverso meriti acquisiti nei campi delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'economia, del lavoro, nel disimpegno di pubblici uffici o di attività svolte a fini sociali, filantropici, umanitari, e che versino in stato di particolare necessità.


I candidati devono:

- essere in possesso della cittadinanza italiana;

- essere in possesso di documentazione che attesti la chiara fama ed i meriti acquisiti a livello nazionale ed internazionale;

- versare in uno stato di particolare necessità;

- non aver subito pronunce di condanne penali irrevocabili con conseguente interdizione dai pubblici uffici.

La concessione dell'assegno straordinario vitalizio è deliberata dal Consiglio dei Ministri e, previa comunicazione al Parlamento, viene attribuita con decreto del Presidente della Repubblica.

Guarda il Testo del decreto