Le mostre da non perdere a Pasqua e il 1 Maggio in Emilia Romagna

Saranno tutte aperte a Pasqua, Lunedì dell’Angelo e Primo Maggio le grandi mostre in corso in Emilia Romagna. Da De Chirico a Ligabue, da Melozzo da Forlì ai Longobardi, è assai ricco il cartellone che offrono in questo periodo le dieci città d’arte dell’Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena, Rimini. “Gli appuntamenti d’arte, soprattutto se si tratta di eventi di alto livello qualitativo – dice Andrea Babbi, amministratore delegato di Apt Servizi Emilia Romagna – sono una forte motivazione di viaggio. In occasione e di questi appuntamenti, chi vorrà visitare le nostre città d’arte, troverà offerte e pacchetti turistici con tutto incluso, anche il biglietto”. Ecco allora tutti gli appuntamenti da non perdere.

BOLOGNA: Pop Art, Museo Morandi e le vie d’acqua della Notte Blu

Partendo dal capoluogo di regione, il Museo Morandi di Bologna (a Palazzo d'Accursio in piazza Maggiore) ospita la mostra del pittore americano Wayne Thiebaud, uno dei protagonisti dell’arte contemporanea americana, frequentemente associato alla Pop Art per via dei suoi soggetti, simbolo del consumismo: caramelle, chewing gum, hot dog. L’operazione della mostra è di accostare le nature morte e i paesaggi di Thiebaud e di Morandi con un risultato d’indubbio fascino. Ingresso: sei euro. Info 051/203332. www.museomorandi.it. Chi sceglierà di andare a Bologna per il ponte dell’1 maggio, potrà vivere la Notte Blu, il 30 aprile. Una serata speciale per scoprire le vie d’acqua di Bologna, i percorsi sotterranei e gli angoli più inediti e sorprendenti con visite insolite, spettacoli e scenografie di luci. Info 051.239660

Per la Notte Blu un pacchetto con un pernottamento in hotel tre o quattro stelle, un itinerario nella Bologna sotterranea, una visita guidata della città, una cena tipica, parte da 93 euro a persona.

PARMA La Follia del genio di Ligabue

Parma è una delle più belle città d’arte italiane e chi vuole visitare questa splendida Capitale Ducale per le feste di Pasqua o dell’1 maggio, troverà aperta la mostra dedicata ad Antonio Ligabue: “La Follia del genio”. L’esposizione (fino al 26 giugno) è alla Fondazione Magnani Rocca di Traversetolo (ci si arriva anche in bus dal centro città). La mostra è una delle più complete (ben 150 opere) mai dedicate al pittore che in paese, a Gualtieri sul Po, chiamavano “El matt”. Oggi Ligabue occupa un posto fra i giganti del XX secolo, grande impressionista, al pari di Van Gogh e Munch. La sua potenza visionaria, i suoi oli, le tigri dalle fauci spalancate, i serpenti che dipingeva con uno studio anatomico rigoroso, i suoi autoritratti, la sua energia e il suo dolore, la sua giungla immaginata fra i boschi del Po, ipnotizzano il visitatore. Biglietto: nove euro. Info: 0521/218889 www.magnanirocca.it. Chi non ha tempo di prenotare albergo e biglietti, troverà varie proposte di soggiorno tutto incluso con: una notte in hotel, prima colazione, degustazione di prodotti tipici, ingresso alla mostra di Ligabue visita guidata della città, una carta sconto per Fidenza Village. Da 80 euro a persona.

REGGIO EMILIA Giorgio De Chirico a Palazzo Magnani

C’è tempo fino all’1 maggio per godersi l’antologica dedicata a uno dei giganti del Novecento artistico italiano: Giorgio De Chirico. La mostra, intitolata “Dipinti 1910-1970. Un maestoso silenzio”, è ospitata in uno dei palazzi più belli della città, Palazzo Magnani (Corso Garibaldi, 29). Il visitatore è accompagnato sul filo del percorso creativo di Giorgio de Chirico, 80 opere- circa 60 dipinti, e una ventina tra disegni, acquarelli e inchiostri. De Chirico propone il celeberrimo tema della piazza, tema cardine della metafisica. Uno spazio reso vuoto che dà vita al concetto di tempo sospeso e ad una serie di sensazioni interiori. Biglietto Intero: nove euro. Info 0522/ 454437 – 444408 - www.palazzomagnani.it MODENA Boom di visitatori alla Mostra del tesoro dei Longobardi

Seimila visitatori in pochi mesi e un successo per alcuni versi inaspettato hanno adesso spinto gli organizzatori a prorogare fino a domenica 26 giugno, l’apertura della Mostra dedicata ai Longobardi, popolo fiero e affascinante.L’appuntamento è allo Spazio Eventi di Spilamberto a due passi da Modena. Località famosa per il suo Aceto Balsamico Tradizionale (è sede della famosa Confraternita, un museo unico al mondo), oggi è sotto i riflettori per questa eccezionale mostra che offre al pubblico i preziosi reperti emersi in uno dei rinvenimenti più importanti degli ultimi decenni. Si tratta dei corredi funerari di una piccola necropoli (VI e VII secolo) attribuibile ai Longobardi. Alcune sepolture, attribuibili a guerrieri e a donne di rango elevato, hanno fatto venire alla luce reperti preziosi, collane colorate, pettini, ceramiche da tavola, abbigliamento, armature. Reperti che raccontano la storia di un gruppo di Longobardi che quindici secoli fa visse sulla riva del Panaro. In questo periodo diversi ristoranti del territorio offrono anche il menù longobardo. Ingresso cinque euro. Info: 059/781270 - www.comune.spilamberto.mo.it

Il week end per scoprire il Tesoro dei Longobardi con un pernottamento e colazione, visita a un’Acetaia o al Museo del Balsamico Tradizionale, una cena tipica, ingresso alla mostra parte da novanta euro.

RAVENNA Da Guttuso a Burri: Arte in Italia nel secondo dopoguerra”.

Da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri. Sono i protagonisti della mostra in corso a Ravenna: “L’Italia s’è desta 1945 –1953. Arte in Italia nel secondo dopoguerra”. 'L’esposizione presenta oltre 170 opere: il meglio e soprattutto quanto di più rilevante, espresso in Italia dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale. E’ la prima volta che una mostra compie una ricognizione del panorama artistico italiano in questo particolare periodo. E indaga i tanti movimenti artistici nati in Italia nell'immediato dopoguerra.

La mostra andrà avanti fino al 26 giugno ed è al Mar Museo d'Arte della città di Ravenna. Ingresso otto euro Info 0544 482477 - www.museocitta.ra.it.

Ci sono tante proposte di soggiorno per visitare Ravenna, la sua arte bizantina e visitare il MAR con la mostra sull'arte del dopoguerra. Partono da 103 euro a persona con pernottamento, prima colazione, cena tipica e ingresso alla Mostra.

FORLI: Melozzo da Forlì nel complesso di San Domenico

C’è tempo fino al 12 giugno per una delle mostre più interessanti di questo periodo: “Melozzo da Forlì – L’umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffaello”. L’appuntamento è a Forlì ai Musei di San Domenico. “La Bellezza che s’incarna nelle sembianze delle donne e degli uomini è gioia dei sensi, consolazione dell’anima, ombra di Dio sulla terra”. Questa era la concezione di Melozzo, pittore considerato l’ispiratore delle generazioni successive e di artisti come Raffaello, Michelangelo, Palmezzano (che fu suo allievo). La mostra proporrà anche altri grandi: da Mantegna, a Piero della Francesca, Bramante e Berraguete, Marco Palmezzano, Raffaello, con un nucleo bellissimo di capolavori. E ancora Perugino, Benozzo Gozzoli, Paolo Uccello. Insomma un’emozionante carrellata di uno dei momenti più felici della storia dell'arte. Aperto anche Lunedì di Pasqua. Costo: intero dieci euro; ridotto sette euro Info: Iat 0543/712435 www.mostramelozzo.it (199.757515).

Le offerte soggiorno per visitare la Mostra del Bello e fermarsi a Forlì, partono da 35 euro con pernottamento prima colazione e ingresso alla mostra.

PIACENZA: Dinosauri iperrealistici e Harry Potter al Castello

Piacerà soprattutto alle famiglie con bambini l’appuntamento di Piacenza dove all’Urban Center (via Scalabrini) in pieno centro storico, si può rabbrividire davanti a 20 ricostruzioni iperrealistiche, rigorosamente in scala 1:1, di dinosauri e altri animali preistorici, alcuni dei quali di dimensioni colossali. E’ un’emozionante immersione a 360 gradi fra i dominatori di un mondo perduto. Completano il percorso murales, pannelli, illustrazioni, making-off cioè i segreti della ricostruzione dei dinosauri, laboratori didattici e tanto altro. Ingresso sette euro. Tel 0523 337745 - www.dinosauri-piacenza.com

Il 1 maggio nel Castello di Grazzano Visconti (Pc) si apriranno le porte della Scuola di Magia di Hogwards: sarà una giornata dedicata a Harry Potter, maghetti e streghe con tutti gli insegnanti di magia, giochi, animazioni, prove di abilità come per esempio scoprire che malefico piano sta preparando Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato ed il suo esercito di Mangiamorte?. La giornata costa 10 euro. Un pacchetto con tutto incluso (tour di tre castelli, ingresso al Parco delle Fiabe, pernottamento in agriturismo cena tipica in un antico casolare, ingresso alla Mostra dei Dinosauri e al Museo delle Cere, pranzo in costume alla taverna medioevale) costa 139 euro, 89 euro i bambini.

FERRARA Festival degli Aquiloni

A Ferrara si festeggia la Pasqua con una grande festa che coinvolge tutta la città al parco Urbano: il Festival Internazionale degli Aquiloni, dal 23 al 25 aprile. Un gran colpo d’occhio sui 250.000 meri quadri di verde attrezzato a ridosso delle mura cittadine. L’appuntamento clou del week end 29 aprile - 1 maggio è a Comacchio, piccola città d’arte e di romantici canali. Comacchio è una delle tappe del lungo Festival di Primavera slow. Un cartellone di eventi ed esperienze nella natura, minitour dei sapori, della cultura e dell’arte, birdwatching, lezioni di fotografia nella natura, gite in barca, biciclettate, passeggiate a cavallo, golf e sport ecosostenibili. Chi vuole scoprire Ferrara in uno dei prossimi week end e festività di primavera, può trovare offerte da 85 euro con il pernottamento in una locanda storica, colazione, cena tipica, mappa e guida della città.

RIMINI: Arte, sport ed enogastronomia squisita

Il Frisbee è ormai diventato l’appuntamento classico delle feste di Pasqua a Rimini. Ragazzi di tutto il mondo che si sfidano sulla spiaggia libera di Rimini versione California, e la sera cantano e suonano la chitarra davanti al fuoco con memorabili feste in riva al mare. Sono attesi 1200 fra migliori freestyler da ogni parte del mondo, provenienti da 25 nazioni. Nell'anno del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, il titolo "Forever young" è in onore dei giovani patrioti del Risorgimento. Il pubblico si ritrova a Rimini non solo per giocare, ma anche per scoprire i gioielli di arte e cultura della città con ‘Rimini City Pass’, la card turistica che apre le porte della Rimini culturale. Info: 0541/56902-53399 www.riminiturismo.it; www.paganello.com; www.riminicitypass.it. Nel week end dell’1 maggio Rimini si trasforma nella capitale italiana ’Enogastronomia di eccellenza grazie a Squisito. Dal 29 aprile al 2 maggio, a San Patrignano, degustazioni di cibi e di vini, laboratori del gusto, dimostrazioni di alta cucina ad opera di chef stellati, mercatini, raduno dei bloggers. Momento clou il Dejeuner sur l’herbe con orchestra di archi sull’erba. www.squisito.org. Pacchetti per un week end in riviera ce ne sono tantissimi e per tutte le tasche, a partire da 27 euro a persona.

Prima di partire, troverete tutte le informazioni su www.cittadarte.emilia-romagna.it, con tante offerte per weekend tutto incluso, hotel e ingresso alle mostre.

Ufficio stampa Apt Servizi – Tel. 0541/430190 www.aptservizi.com

Responsabile pubblicazione:

Fabio Grassi

di APT Servizi


468x60_concerti.gif